venerdì 19 gennaio 2018

L'antifascismo è la decomposizione diabolica contro ogni tipo di giustizia e libertà - l'antifascismo è l'immoralità che aizza all'odio e alla divisione del popolo italiano

Benito Mussolini, il più grande Statista dell'Italia unita
L'antifascismo è la decomposizione morale contro ogni tipo di giustizia e di libertà; è un movimento pseudo politico che aizza all'odio per creare divisioni in seno al popolo italiano. E' l'artefice della sconfitta italiana durante la seconda guerra mondiale. E' il fermento diabolico che ha fatto, e fa, parte della putrefazione morale sociale e politica della società italiana. L'antifascismo è stato creato ad arte dal potere occulto sionista rothschildiano che si vide depauperato durante i pochi anni del fascismo dello strafottente potere che aveva acquisito in Italia già dal 1861 con la falsa, ipocrita e demagogica unità d'Italia. Nei pochi anni di vita, grazie a Benito Mussolini, il fascismo aveva saputo restituire agli Italiani lavoro ma soprattutto fiducia nell'avvenire. Tutto il programma fascista era rivolto solo ed esclusivamente a beneficio della comunità del popolo italiano. Le più grandi opere dell'Italia unita furono realizzate proprio da Mussolini e questa cosa non andava bene al potere talmudico sionista rothschildiano che fece di tutto per creare odio, divisione e la guerra civile fra gli stessi italiani. Parlare del fascismo e di Mussolini in senso negativo non è più storicamente sostenibile, né accettabile. I giovani, nel periodo mussoliniano vivevano di ideali, di Patria, di rispetto, di famiglia... Oggi alla famiglia naturale si cerca di sostituire la famiglia arcobaleno: un vero e proprio abominio. Oggi non si protegge più la famiglia italiana, e non si protegge più il grande Popolo italiano che si cerca però di distruggere con una invasione programmata di immigrati, senza patria e senza famiglia. Il progetto diabolico di distruggere il popolo italiano, il popolo europeo e la razza bianca viene sostenuto a spada tratta da uno sviscerato antifascismo. Oggi, grazie a questo antifascismo che predica una effimera libertà mentre aizza il popolo all'odio notiamo la decomposizione dei costumi, la sconfitta della Patria, la caduta della famiglia, il collasso dell'ordine sociale. I giovani crescono senza ideali e la fiamma dell'Ideale è stata sostituita con la pigrizia, il menefreghismo, la carità pelosa, leggi truffa, parlamentari ladri, docenti impreparati, istituzioni nelle mani di marionette e l'ordine civico è totalmente assente.
Ma come mai Rothschild ce l'ha a morte con l'Italia e con il Popolo italiano? La risposta è semplice: l'Italia è stata la culla di quell'impero romano che ha sconfitto e scacciato gli ebrei (popolo di Rothschild) da Gerusalemme nel 73 d.C. e da tutta la Palestina, nel 130 d.C., dando origine alla diaspora! L'Italia è stata anche la culla di quell'universalismo cristiano che ha cacciato gli ebrei da tutto il Mediterraneo nel 410 e che ha saputo resistere e preservare l'Europa cristiana dall'aggressione ed invasione islamica per 1500 anni, e perfino a ricacciarla indietro, riuscendo persino a conquistare le Americhe e quasi tutto il resto del mondo. Ed anche quando gli ebrei sono stati capaci di ritornare all'attacco del Mediterraneo e dell'Europa 620, usando come cavallo di battaglia il movimento islamico e poi come cavalli di troia la rivoluzione protestante nel 1517, la rivoluzione olandese nel 1568, e poi la rivoluzione inglese nel 1649, la rivoluzione francese 1789, la rivoluzione russa nel 1917, la rivoluzione cinese nel 1949, la contestazione globale del 1968 e tutte le attuali e varie “primavere” e rivoluzioni colorate con cui Rothschild e la sua cabala ebraica e massonica, sconvolgono e sovvertono, a turno, le varie società e i popoli di tutti i paesi del mondo. Solo l'Italia nel 1921 è stata capace di reagire in maniera adeguata, sia pur parziale, creando quel movimento nazionale socialista e rivoluzionario che è stato il fascismo, il quale è diventato velocemente quel modello ideologico, politico e sociale per la Germania, per la Spagna, per l'Ungheria e per tanti altri paesi e popoli del mondo. Il Fascismo è servito a ribellarsi con un minimo di speranza di successo contro l'imperialismo globale massonico ebraico del talmudico e diabolico Rothschild. Ecco, spiegato il perché, Rothschild ce l'ha a morte con l'Italia e il popolo italiano; perché è l'unico popolo che riesce, poco o tanto, a contrastare il suo immenso e satanico potere mondiale.
1942: la grande Italia
Oggi sappiamo che per renderci davvero liberi dobbiamo essere più forti di questi sionisti rothschildiani che ci dominano, opprimono e schiavizzano. Non dobbiamo più commettere l'errore, come in passato, di sottovalutare questi criminali che ci stanno cannibalizzando dal 1861. Dobbiamo essere capaci di distruggerli, altrimenti per noi sarà davvero la fine. Mors tua vita mea  (hervé schirrhein, brigas della sila, s. brosal)

                      Video: L'antifascismo è puro odio verso l'Italia

                    

lunedì 15 gennaio 2018

appello agli Italiani: chi vota legittima l'oppressore e la sua condizione di schiavo

Chi vota in questo Stato massonico, spacciato per italiano,
legittima il suo oppressore e la sua condizione di schiavo
Non legittimare più col tuo voto la tua condizione di schiavo. Non legittimare più col tuo voto il potere ebraico, sionista, massonico che ci opprime, sfrutta, truffa, estorce, rapina, violenta, tortura, terrorizza, schiavizza e cannibalizza dal 1861. 
Carissimi compatrioti,
questo appello è rivolto a tutti i veri e sinceri Italiani. Agli Italiani che si amano e che si rispettano! Agli Italiani del Sud e del Nord, ed anche agli Italiani che vivono all'estero in tutto il resto del mondo, ma che amano sempre la loro patria, sono orgogliosi della loro italianità e non vogliono assolutamente abbandonarla o dimenticarla per nulla al mondo! Il nostro è un appello agli Italiani che lo sono per sangue, per storie, per cultura, per sentimento e per ragione. Ci siamo risvegliati dal letargo in cui siamo stati precipitati da una classe dominante massonica, ebraica rothschildiana mentitrice ed assassina che ci ha avvelenato l’esistenza con infinite menzogne e violenze già fin dalla sua presa del potere in Italia nel lontano 1861. A suo tempo, in molti ci eravamo illusi, all’inizio del regime della suddetta Classe dominante massonica, ebraica e rothschildiana “risorgimentale”, di essere, sia pure a forza e con demagogia, tratti a forza e spinti anche con violenza a fare comunque parte viva di una nazione italiana veramente più unita e più forte! Invece, col passare del tempo, ed ormai si tratta di più di un secolo e mezzo, e con l’assommarsi di fin troppe esperienze negative una più sventurata dell’altra , ci siamo progressivamente accorti che la nostra Italia, quella vera, plurimillenaria, forte, geniale, creativa ed attiva era  stata in realtà ingannata, tradita, pugnalata alle spalle, combattuta, sconfitta, umiliata, offesa, oppressa e sfruttata in modo coloniale, schiavista, bestiale ed assassino; e questo per l’appunto addirittura dall’inizio nel 1861 e fino i nostri giorni: con una unità, che era solo di facciata , ma in sostanza minata da profonde divisioni, gravissime discriminazioni, ostili contrapposizioni, feroci abusi e criminalissime ingiustizie proprio perché si trattava di una diabolica unità tra carnefice e vittima imposta appunto con la loro violenza ed il loro inganno contro noi popolo italiano amante della pace ed in buona fede. Infatti, abbiamo visto che, in ormai quasi 160 anni di unità, “errare humanum, perseverare diabolicum”: solo pochissimi politici hanno amato davvero l'Italia e gli Italiani; e tra essi, il nome di maggiore spicco è stato proprio quello di Benito Mussolini! Il quale, nel sia pure breve ventennio della sua gestione, riuscì, almeno in parte, a scacciare dall'Italia proprio quei tiranni massonici, ebraici e rothschildiani che ci opprimevano! Essi però, in forza della loro diabolica malizia e delle loro immense ricchezze, riuscirono lo stesso a tornare all’attacco contro la nostra nazione ed il nostro popolo ed a prevalere su di essi, nel fatidico 1943, grazie a alle sterminate e sovrastanti forze militari dei loro mercenari “alleati” e determinando l’eclisse del fulgore della stella mussoliniana. 
Cari Italiani, ormai lo sanno anche le pietre che il trattato di pace del 1947, firmato dal miserabile Alcide De Gasperi decretò che la nostra Patria fosse fatta ulteriormente a brandelli. E perfino le pietre hanno anche ormai capito che la “costituzione” del 1948 non è niente altro che una vera e propria truffa contro il Popolo Italiano. Una costituzione ipocrita e demagogica , negatrice della vera Sovranità Popolare, scritta da massoni, ebrei e rothschildiani nemici dell'Italia, del Popolo Italiano, e della Cattolicità e Cristianità di tutto il Mondo, scritta sotto la minaccia delle armi americane, e dietro dettatura del diabolico, criminale e strozzino potere della Cabala ebraica talmudica e rothschildiana locale e mondiale!... Carissimi compatrioti, se, attualmente, per perfido dettato costituzionale, per disposizione di truffaldine leggi elettorali e per brogli ed imbrogli senza vergogna e senza fine della attuale classe dominante massonica, ebraica e rothschildiana nemica del Popolo Italiano il nostro voto viene distorto e fatto contare meno di nulla. Allora non vale neanche la pena che noi ci si arrabbi senza discernimento! Ma, invece, non solo non dobbiamo farci coinvolgere a partecipare a detta truffa, e fare anche propaganda attiva di massa perché nessuno dei nostri parenti, amici e conoscenti ci partecipi votazioni che si terranno il prossimo mese di marzo!...Ma dobbiamo anche darci da fare ad organizzarci in tutti i modi possibili ed immaginabili per rafforzare la nostra parte di Popolo Italiano fino ad avere il potere reale e concreto necessario e sufficiente per rimandare all’inferno da cui sono scappati, tutti coloro che fanno parte della grandissima schiera dei nostri nemici. Quindi, non dovremo soltanto restarcene a casa, o soltanto andarci a divertire!...Ma, meglio ancora, dobbiamo, già fin d’ora: pensare, dire, fare e non fare tutto quello che è utile per organizzare le più larghe masse possibili, in modo da organizzare una nostra alternativa positiva a rimedio di questa situazione disgraziata in cui i sopraddetti nemici ci hanno precipitato da più di un secolo e mezzo! Infatti, votare, negli assurdi, ingiusti e truffaldini termini attuali, che non ci permettono neanche di poter presentare ed eleggere nostri veri rappresentanti, è una vera e propria beffa che dura ormai da fin troppo tempo, ovvero da più di 150 anni. Ricordiamoci, dunque, che sono proprio e solo i nostri nemici che contano e controllano i voti, e poi decidono di dire e proclamare a loro totale arbitrio chi ha vinto e chi ha perso. 

Mentre invece noi popolo siamo truffati grossolanamente proprio per convincerci che la nostra volontà conta meno di niente. Il fatto è che Noi Popolo, potremmo ritornare a votare solo quando riusciremo a cambiare adeguatamente i rapporti di forza in questo sistema e meglio ancora quando, fatto trionfare il nostro sistema, saremo solo noi popolo a controllare direttamente e veramente costituzione, leggi, elezioni, votazioni e risultati di qualsiasi tipo. Inoltre, che altro sperare se non truffe e controtruffe da questa criminale classe politicante massonica, ebraica rothschildiana che egemonizza criminalmente l’Italia da quasi 160 anni? Per nostra maggior determinazione, ricordiamoci allora che anche i loro referendum sono stati,… sistematicamente e sempre,… una enorme e spudorata truffa. A tale proposito riportiamo alla mente appunto che: - Il Popolo Italiano votò sì al referendum sulla responsabilità civile dei giudici il 9 e il 10 giugno 1985. Vinse il sì, all’80,2%. Ma, di fatto, questi delinquenti fecero come se avesse vinto il no. Sono passati 33 anni da allora, e non un solo magistrato italiano è stato ritenuto civilmente responsabile dei suoi errori, come accade invece ogni giorno a tutti noi membri del Popolo e comuni mortali. - Il Popolo Italiano votò sì il 18 e il 19 aprile 1993 per l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Vinse il sì al 90,3%. Ma, questi imbroglioni al potere cambiarono il nome dei finanziamenti, chiamandoli “rimborsi”!... ed ai loro partiti hanno fatto arrivare fondi pubblici sei volte superiori a quelli che prendevano in precedenza. - Nella consultazione popolare del giugno 2011 il 54% degli elettori votò contro la privatizzazione del sistema idrico. Ma da allora ad oggi la situazione è addirittura praticamente peggiorata. Pertanto: Non facciamoci più vincere e convincere da ingenue, sciocche e maligne illusioni! Non facciamoci più fregare da questo teatrino demagogico delle loro elezioni e dei loro inutili ed anzi controproducenti referendum dei nostri ormai conclamati nemici! Perché l’abbiamo constatato troppe volte che dette loro elezioni, detti loro referendum, consultazioni, proiezioni, indagini, etc. servono solo ed unicamente a cercare di illuderci che siamo in democrazia; perché invece la dura realtà dei fatti ci continua a sbattere in faccia senza pietà che in verità siamo oppressi da un regime nemico tirannico, antidemocratico ed antipopolare. 
D’altronde: - Ci hanno costretto ad emigrare ed hanno distrutto il lavoro dei nostri nonni, dei nostri padri ed anche il nostro, ed adesso si stanno dando da fare come demoni per distruggere anche la vita intera dei nostri figli, nipoti e pronipoti. - Devastano la nostra terra, distruggono i nostri beni e tramite leggi e tasse canaglia ci sequestrano le nostre case. - Sono spregevoli fino ad essere letteralmente odiosi per il loro diabolico e criminale comportamento da veri usurpatori della reale Sovranità Popolare. - Occupano posti istituzionali e siedono in parlamento senza neanche essere stati eletti da una qualsiasi vera maggioranza del Popolo Italiano. Insomma, fintantoché noi Popolo Italiano non riusciremo a far fallire poco o tanto le loro farse elettorali, non ci conviene proprio per niente partecipare ad esse. Teniamo presente che i suddetti nemici del popolo italiano sono ormai arrivati fino alla sfrontatezza non solo di falsificare i risultati delle loro elezioni, ma anche fino al punto di non salvare neanche un minimo di false apparenze; visto che ormai , da diverse tornate elettorali, omettono ormai sistematicamente e subdolamente perfino di comunicare il numero delle schede bianche e delle schede nulle delle loro votazioni. Pertanto, almeno per ora, allo stato attuale delle cose, non ci conviene affatto farci coinvolgere nelle loro elezioni, non ci conviene affatto partecipare alle loro votazioni, proprio perché non ci conviene dare neanche il più minimo credito ai loro bugiardissimi risultati! Al contrario, proprio in quanto popolo veramente capace di essere effettivamente sovrano, ci conviene invece organizzarci concretamente per togliere loro tutto il potere che ci hanno usurpato; e ci conviene anche, con le buone o con le cattive, rispedirli, una volta per tutte o per lo meno per un bel pezzo, all’inferno da dove provengono! 
In conclusione, chi partecipa ora a queste votazioni false e truffaldine ordite da questa corporazione canaglia e politicante al servizio dell’attuale criminale regime antidemocratico ed antipopolare massonico, ebraico, rothschildiano: di fatto avalla e legittima in modo ignorante, sciocco e miserabilmente maligno ed opportunista la sua attuale condizione di schiavo, condannato all’impotenza, completamente rassegnato e senza dignità, senza amor proprio né orgoglio, ma soprattutto abbrutito fino all’autolesionismo ed all’autodistruzione, senza la più minima volontà e speranza di riscatto non solo per gli altri, ma proprio neanche per se stesso. Viva l’Italia! Viva gli Italiani! Viva il Popolo Italiano! Viva la Nazione Italiana! (S. Brosal con la preziosa collaborazione di DuMal)
Italiani si nasce e lo si è per sangue, per storia, per cultura e non certamente per sbarchi clandestini pilotati e finanziati dalla cabala giudaico-massonica  

Non legittimare più col tuo voto la tua condizione di schiavo. Non legittimare più col tuo voto il potere ebraico, sionista, massonico che ci opprime, sfrutta, truffa, estorce, rapina, violenta, tortura, terrorizza, schiavizza e cannibalizza dal 1861.
Carissimi compatrioti, questo appello è rivolto a tutti i veri e sinceri Italiani.
Agli Italiani che si amano e che si rispettano! Agli Italiani del Sud e del Nord, ed anche agli Italiani che vivono all'estero in tutto il resto del mondo, ma che amano sempre la loro patria, sono orgogliosi della loro italianità e non vogliono assolutamente abbandonarla o dimenticarla per nulla al mondo! Il nostro è un appello agli Italiani che lo sono per sangue, per storie, per cultura, per sentimento e per ragione. Ci siamo risvegliati dal letargo in cui siamo stati precipitati da una classe dominante massonica, ebraica rothschildiana mentitrice ed assassina che ci ha avvelenato l’esistenza con infinite menzogne e violenze già fin dalla sua presa del potere in Italia nel lontano 1861. Cari Italiani, ormai lo sanno anche le pietre che il trattato di pace del 1947, firmato dal miserabile Alcide De Gasperi decretò che la nostra Patria fosse fatta ulteriormente a brandelli. E perfino le pietre hanno anche ormai capito che la “costituzione” del 1948 non è niente altro che una vera e propria truffa contro il Popolo Italiano. Una costituzione ipocrita e demagogica , negatrice della vera Sovranità Popolare, scritta da massoni, ebrei e rothschildiani nemici dell'Italia, del Popolo Italiano, e della Cattolicità e Cristianità di tutto il Mondo, scritta sotto la minaccia delle armi americane, e dietro dettatura del diabolico, criminale e strozzino potere della Cabala ebraica talmudica e rothschildiana locale e mondiale! Infatti, votare, negli assurdi, ingiusti e truffaldini termini attuali, che non ci permettono neanche di poter presentare ed eleggere nostri veri rappresentanti, è una vera e propria beffa che dura ormai da fin troppo tempo, ovvero da quasi 160 anni. Ricordiamoci, dunque, che sono proprio e solo i nostri nemici che contano e controllano i voti, e poi decidono di dire e proclamare a loro totale arbitrio chi ha vinto e chi ha perso. Mentre invece noi popolo siamo truffati grossolanamente proprio per convincerci che la nostra volontà conta meno di niente. Il fatto è che Noi Popolo, potremmo ritornare a votare solo quando riusciremo a cambiare adeguatamente i rapporti di forza in questo sistema e meglio ancora quando, fatto trionfare il nostro sistema, saremo solo noi popolo a controllare direttamente e veramente costituzione, leggi, elezioni, votazioni e risultati di qualsiasi tipo. Inoltre, che altro sperare se non truffe e controtruffe da questa criminale classe politicante massonica, che egemonizza criminalmente l’Italia da quasi 160 anni? Per nostra maggior determinazione, ricordiamoci allora che anche i loro referendum sono stati,… sistematicamente e sempre,… una enorme e spudorata truffa. A tale proposito riportiamo alla mente appunto che: - Il Popolo Italiano votò sì al referendum sulla responsabilità civile dei giudici il 9 e il 10 giugno 1985. Vinse il sì, all’80,2%. Ma, di fatto, questi delinquenti fecero come se avesse vinto il no. Sono passati 33 anni da allora, e non un solo magistrato italiano è stato ritenuto civilmente responsabile dei suoi errori, come accade invece ogni giorno a tutti noi membri del Popolo e comuni mortali. - Il Popolo Italiano votò sì il 18 e il 19 aprile 1993 per l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti.
Vinse il sì al 90,3%. Ma, questi imbroglioni al potere cambiarono il nome dei finanziamenti, chiamandoli “rimborsi”!... ed ai loro partiti hanno fatto arrivare fondi pubblici sei volte superiori a quelli che prendevano in precedenza. - Nella consultazione popolare del giugno 2011 il 54% degli elettori votò contro la privatizzazione del sistema idrico. Ma da allora ad oggi la situazione è addirittura praticamente peggiorata. Pertanto: Non facciamoci più vincere e convincere da ingenue, sciocche e maligne illusioni! Non facciamoci più fregare da questo teatrino demagogico delle loro elezioni e dei loro inutili ed anzi controproducenti referendum dei nostri ormai conclamati nemici!
D’altronde: - Ci hanno costretto ad emigrare ed hanno distrutto il lavoro dei nostri nonni, dei nostri padri ed anche il nostro, ed adesso si stanno dando da fare come demoni per distruggere anche la vita intera dei nostri figli, nipoti e pronipoti. - Devastano la nostra terra, distruggono i nostri beni e tramite leggi e tasse canaglia ci sequestrano le nostre case. - Sono spregevoli fino ad essere letteralmente odiosi per il loro diabolico e criminale comportamento da veri usurpatori della reale Sovranità Popolare. - Occupano posti istituzionali e siedono in parlamento senza neanche essere stati eletti da una qualsiasi vera maggioranza del Popolo Italiano. Teniamo presente che i suddetti nemici del popolo italiano sono ormai arrivati fino alla sfrontatezza non solo di falsificare i risultati delle loro elezioni, ma anche fino al punto di non salvare neanche un minimo di false apparenze; visto che ormai , da diverse tornate elettorali, omettono ormai sistematicamente e subdolamente perfino di comunicare il numero delle schede bianche e delle schede nulle delle loro votazioni.

Pertanto, almeno per ora, allo stato attuale delle cose, non ci conviene affatto farci coinvolgere nelle loro elezioni, non ci conviene affatto partecipare alle loro votazioni, proprio perché non ci conviene dare neanche il più minimo credito ai loro bugiardissimi risultati! In conclusione, chi partecipa ora a queste votazioni false e truffaldine ordite da questa corporazione canaglia e politicante al servizio dell’attuale criminale regime antidemocratico ed antipopolare massonico, ebraico, rothschildiano: di fatto avalla e legittima in modo ignorante, sciocco e miserabilmente maligno ed opportunista la sua attuale condizione di schiavo, condannato all’impotenza, completamente rassegnato e senza dignità, senza amor proprio né orgoglio, ma soprattutto abbrutito fino all’autolesionismo ed all’autodistruzione, senza la più minima volontà e speranza di riscatto non solo per gli altri, ma proprio neanche per se stesso. Viva l’Italia! Viva gli Italiani! Viva il Popolo Italiano! (S.Brosal con la collaborazione preziosa di DuMal)

domenica 17 dicembre 2017

la cabala ebraica è una associazione a delinquere di stampo talmudico - Hervé Ryssen

La cabala ebraica e sionista è una associazione a delinquere di stampo talmudico, in essa sono associati i massimi criminali mondiali che vivono praticando la tratta degli schiavi, le invasioni barbariche, il traffico delle droghe, la tratta delle donne, il traffico dei clandestini, il contrabbando delle sigarette, le guerre, le guerre civili, le rivoluzioni, i colpi di Stato, gli stermini, i genocidi, il terrorismo, le torture, gli omicidi, la prostituzione, pornografia, i sequestri di persone, le rapine, le estorsioni, i ricatti, i furti, la ricettazione, le truffe, il traffico di organi etc.
LA MAFIA JUIFE - I grandi predatori internazionali (il libro di Hervé Ryssen)
La cabala ebrea: i grandi predatori internazionali (Hervé Ryssen) - il libro sconvolgente di una verità, che si fa fatica ad accettarla come tale. In certi casi, pochi uomini hanno il coraggio di ribellarsi e di dire la verità.
Hervé Ryssen, scrittore francese, arrestato perché antisemita

Pochi uomini sono come Hervé Ryssen che afferma: Avete tutto il diritto di denunciare la “mafia siciliana”, avete tutto il diritto di denunciare il “milieu corso”, avete tutto il diritto di denunciare le azioni della “obscina cecena”, della “vëllazëri albanese”, delle “triadi cinesi”, della “jakuza giapponese”, etc.; ma, mettetevelo nella testa, che è severamente proibito denunciare tutte le porcherie della associazione a delinquere più potente del mondo, che è la “cabala ebraica”. Perché? Ebbene, per la semplice e buona ragione, che questa criminale cabala ebrea è protetta da uomini di affari ebrei, da finanzieri ebrei, da uomini politici ebrei estremamente influenti nella stragrande parte di tutti i sistemi politici del mondo; e che la quasi totalità dei media di tutto il mondo, e specialmente i media più importanti, sono interamente sotto il taglio di questa piccola setta di fanatici isterici, di ipocriti schizofrenici, e di assassini paranoici. Hervé Ryssen Hervé Ryssen ha pubblicato un quarto libro sul giudaismo di 400 pagine, dove spiega tutti i crimini della mafia ebrea. Racket, traffico d'armi, omicidi a contratto, traffico di droga, riciclaggio di denaro, controllo di casinò e discoteche, prostituzione, pornografia, sequestri di persona, furti con scasso, rapine a mano armata, traffico di diamanti, traffico delle bianche, traffico delle negre, traffico delle opere d'arte, truffa. “Il fatto vero è che la cabala ebrea è la principale associazione a fini criminali, che oggi esista sulla faccia della terra: racket, sfruttamento della prostituzione, traffico di droga, contrabbando delle sigarette, traffico di armi, traffico di diamanti di contrabbando, traffico di opere d'arte, omicidi sotto contratto, truffe in bande organizzate, rapina a mano armata, etc. Pornografia, gli ambienti dei casinò e delle discoteche sono anche ampiamente tenute dalla cabala ebraica. Il traffico d'estasi è nelle mani dei cabalisti ebrei al 100%. I diamanti sono al centro del riciclaggio di denaro della droga che arriva dalla Colombia". "A Manhattan, 47th Street, che è il cuore della loro attività, c'è anche il più grande riciclaggio dei soldi della droga. Rabbi Yosef Crozer è stato arrestato nel febbraio del 1990, mentre si recava a Brooklyn con valigie e borse piene di banconote di piccolo taglio. Ogni giorno ne aveva per 300.000 dollari. Ebrei chassidici sono anche molto coinvolti in questo traffico. Nel 2001, la polizia aveva smantellato un gruppo guidato da un altro Ebreo chassidico, Sean Erez, che aveva creato una rete di di ecstasy. La droga è stata contrabbandata in cappelli o in rotoli preghiera di questi pii ebrei, affinché i doganieri non sospettassero nulla." "Sì, mi sono anche interessato ai mitici gangster che avevano lavorato con i gangster siciliani. I gangster ebrei sono stati particolarmente coinvolti in "Murder Incorporated", un tipo di associazione per il reciproco scambio degli omicidi con cui dei leader locali potessero beneficiare dei servizi di assassini provenienti da altrove e del tutto estranei e sconosciuti sul luogo del delitto, evitando contatti e pagamenti diretti con gli esecutori. Murder Incorporated era una banda di criminali di mestiere che agivano coordinatamente tra loro ed era composta principalmente da ebrei, i quali facevano il loro lavoro sporco su commissione e per conto terzi. Si stima che nel 1933-1940, detta organizzazione si sia resa responsabile di oltre 700 omicidi, ma alcuni dicono 2000. Alle esecuzioni con armi da fuoco, facilmente identificabili, detta organizzazione preferiva le uccisioni per annegamento, per caduta dalle scale o per altri e vari incidenti; oppure col coltello, con la mazza da baseball, col filo d'acciaio, ma soprattutto con pugnali o proiettili di ghiaccio che, dopo l’uso, sciogliendosi, mescolandosi agli altri liquidi organici delle vittime od evaporando addirittura, lasciavano tracce minime difficilmente rilevabili e poco classificabili. Tutto questo fa parte documentata della storia del popolo ebraico." (georges rocher, s.b., hervé schirrhein, europadelsud)
Video:

La cabala ebrea, associazione a delinquere - Hervé Ryssen

mercoledì 6 dicembre 2017

L'Italia dimentica i bambini, il bene più prezioso

La campana suona silenziosamente per quest'altra vittima, per questa silenziosa vittima, per questo popolo senza voce. Ciechi che non vedono il sangue sulle strade. Sono tanti gli invisibili, ma saranno molto di più. Questa massa, molto tempo fa, ha cessato di essere un Popolo, di essere comunità, di essere solidale. Le grida di aiuto, il rantolo della morte, in questa società sorda nessuno sente il dolore della povera gente. Insensibili, si calpestano i cadaveri, il proprio sangue, la propria prole. Nessun grido quando un bambino viene picchiato, quando le donne vengono disonorate da strane mani maschili in abiti neri. Nessun orrore, nessun rimpianto per padri e figli, nemmeno per il povero debole vecchio, nemmeno per il bambino, strappato dalla culla, il cui cranio è stato spaccato così facilmente. Si cerca, invano, il muro della vergogna e del disonore per leggere tutti i loro nomi almeno in silenzio. Oh, quel silenzio, quel silenzio indifferente, che mi spezza il cuore.
i bambini sono il bene più prezioso
Urlo per mostrare al mondo di essere la voce di queste vittime che non hanno voce. Con gli occhi vuoti e spalancati non capiscono nulla. E' proibito anche piangere per la propria gente. Si muove qualcosa e solo autonomamente si fa qualcosa. Che popolo addormentato. Non si pongono domande, ci si potrebbe risvegliare prima della prematura scomparsa. Auto, consumismo, vacanze, ecco quello che conta. Tutte cose senz'anima in questo tempo privo di anima. Una vita vuota e senza senso. Pensieri vuoti come le azioni insignificanti di questa vita. Ore sprecate, giorni sprecati, e nessuno se ne accorge. Emerge il narcisismo e il nulla avanza. L'egoismo prevale, vince e domina in una società decadente in questo tempo fatto di vuoto. I colti, gli istruiti, gli accademici dove sono? I bambini sono rimasti bambini nonostante sia passato tanto tempo. Bambini che cercano di crescere ed educare altri bambini. Ma cosa possono insegnare? -Nulla, il nulla, il vuoto. Questo è quello che possono insegnare. Bambini, così pochi, un bene raro e prezioso, però disturbano, costano, rubano il tempo libero. No, questo non va bene! Giocano con giocattoli vivaci, ma si stancheranno presto perché lo smartphone chiama, l'ultima app. bisogna assolutamente provarla. Se questo Popolo è in lutto, lo è solo per estranei, per qualcosa che pensi sia importante ma che ti fa dimenticare addirittura tuo figlio. Che miseria di valori, che società inutile, che popolo... No, tu sei solo un NON-POPOLO, un pazzo addormentato, non senti più nulla e continui a non vedere. La tua storia, probabilmente la racconterà il vento... (salvatore brosal)

sabato 18 novembre 2017

l'infame "trattato di pace" del 1947 e la costituzione truffa del 1948

Il trattato di pace del 10 febbraio 1947 e la costituzione truffa del 1948 sono la causa di tutti i nostri mali. Da lì provengono tutte le nostre sofferenze. Se non riconosciamo questo saremo condannati ancora per moltissimo tempo ad una sofferenza che si protrarrà anche per le generazioni future. Sapete perché la Germania non ha firmato, il 10 febbraio 1947, il "trattato di pace" di Parigi come fece invece l'Italia?
col trattato di pace del 10 febbraio del 1947, firmato da Alcide De Gasperi, l'Italia fu ridotta a brandelli
-Gli alleati anglo-americani non trovarono, nella classe dirigente tedesca di allora, nessun uomo che si inchinasse alle assurde richieste dei vincitori. I tedeschi si rifiutarono di firmare quel vergognoso trattato di pace e tutte le clausole segrete, come invece fece quell'infame spregevole traditore, di Alcide De Gasperi, che ci consegnò per sempre ai criminali vincitori. La classe dirigente tedesca, benché sconfitta, seppe mostrare un grandissimo senso del proprio onore e della propria dignità , e si oppose duramente alle infami richieste dei vincitori, rifiutando di firmare un trattato di pace che presentava clausole segrete per ingannare l'intero popolo tedesco. Gli alleati anglo-americani però riuscirono a trovare in Alcide De Gasperi, il miserabile che firmò contro l'Italia quel vile trattato di pace, che oltre agli articoli noti, includeva clausole segrete che erano, e restano, ancora oggi celate perché talmente infami e talmente criminali. Infami e vergognose clausole nascoste da essere a tutto oggi completamente inconfessabili, perché se venissero rese note genererebbero il disprezzo e l'odio di tutte le persone oneste del mondo, facendo rivoltare le viscere di tutte le persone corrette e rispettabili.
Alcide De Gasperi firmò a Parigi, il 10 febbraio del 1947, per l'Italia il "trattato di pace". Un vero atto di puro servilismo verso lo straniero  
Per uscire da questa perenne crisi che ci attanaglia dalla fine della seconda guerra mondiale dobbiamo assolutamente capire da dove proviene il male per potere poi estirparlo alla radice. I nostri mali iniziarono l'8 settembre del 1943 quando Pietro Badoglio firmando l'armistizio durante il secondo conflitto mondiale permise agli americani di occupare l'Italia. Segui il trattato di pace del 1947, atto di puro servilismo verso lo straniero, e la costituzione truffa del 1948, scritta dai Patrigni Costituzionali, sotto dettatura degli americani. Innanzitutto gli Italiani devono stracciare la costituzione truffa del 1948 e poi disconoscere il trattato di pace di Parigi che quel vile traditore di Alcide De Gasperi firmò per l'Italia il 10 febbraio del 1947. Con la costituzione truffa del 1948 abbiamo consegnato l'Italia all'invasore e col trattato di pace è stata ridotta l'Italia ancora di più a brandelli. Basta ricordare che con quel miserabile trattato di pace del 1947 tanti territori italiani furono ceduti allo straniero, con l'aggravante di avere persino permesso agli invasori lo sterminio degli Italiani dell'Istria e della Dalmazia. Un popolo, quello dalmata-istriano che era di lingua e di cultura italiana, avendo fatto parte per secoli della “Serenissima Repubblica di Venezia”. La costituzione truffa del 1948 e trattato di pace del 10 febbraio 1947 sono state le cose che hanno distrutto l'Italia. Da lì provengono tutti i mali degli Italiani. Se non riconosciamo questo saremo condannati ancora per moltissimo tempo ad una sofferenza che si protrarrà anche per le generazioni future. Non ha senso credere alle chiacchiere di un parlamento nominato e non eletto. I parlamentari quando litigano recitano solo la loro parte teatrale, lo fanno per continuare a gettare fumo negli occhi agli Italiani. Ormai tutti sanno che le votazioni sono una vera farsa per continuare a prenderci per i fondelli. Il Potere conta i voti ed il Popolo non conta un bel nulla. Finalmente sono già in molti ad avere capito questa cosa.
L'avv. Alfonso Luigi Marra combatte da anni contro il signoraggio bancario
Per uscire dalla crisi che ci attanaglia dobbiamo sì, combattere il signoraggio bancario, come giustamente dice l'avv. Marra, costringendo la Magistratura ad arrestare i responsabili che lo attuano; d'altra parte, però, dobbiamo stracciare il “trattato di pace” del 1947 e la costituzione truffa del 1948 che continuano a tenere l'Italia come colonia anglo-americana, impedendoci di crescere.Dobbiamo pensare a divenire una Nazione e a non essere più lo “STATO ITALIANO” S.p.A. iscritto alla camera di commercio di New York. (s. b. - brigas della Sila - Hervé Schirrhein)

giovedì 19 ottobre 2017

campagna a favore della famiglia per un mondo migliore

Campagna a favore delle famiglie tradizionali contro il folle progetto giudaico-sionista talmudico di distruggerla - La campana suona silenziosamente per quest'altra vittima, per questa silenziosa vittima, per questo popolo senza voce. Ciechi che non vedono il sangue sulle strade. Sono tanti gli invisibili, ma saranno molto di più. Questa massa, molto tempo fa, ha cessato di essere un Popolo, di essere comunità, di essere solidale. Le grida di aiuto, il rantolo della morte, in questa società sorda nessuno sente il dolore della povera gente. Insensibili, si calpestano i cadaveri, il proprio sangue, la propria prole. Nessun grido quando un bambino viene picchiato, quando le donne vengono disonorate da strane mani maschili in abiti neri. Nessun orrore, nessun rimpianto per padri e figli, nemmeno per il povero debole vecchio, nemmeno per il bambino, strappato dalla culla, il cui cranio è stato spaccato così facilmente. Si cerca, invano, il muro della vergogna e del disonore per leggere tutti i loro nomi almeno in silenzio.
Oh, quel silenzio, quel silenzio indifferente, che ci spezza il cuore.
Telefono azzurro? -no, grazie... Un altro folle progetto per rubare i bambini alla loro famiglia naturale e poterli dare, con la complicità di leggi ingiuste e perverse, alle famiglie arcobaleno. Ma pensi davvero che telefono azzurro stia dalla parte delle famiglie naturali? Abbiamo bisogno di sostenere le nostre famiglie e non di distruggerle. Uno Stato veramente legato al popolo aiuterebbe le famiglie naturali, le famiglie italiane, le famiglie cristiane e non le farebbe, di proposito, sprofondare nella miseria più nera e nella disperazione fino al suicidio con crisi economiche artificiali, con volute recessioni, disoccupazione di massa, con paghe da fame, con condizioni schiavistiche di sfruttamento bestiale, senza pietà e fino al vero e proprio cannibalismo dei più deboli e indifesi. Questo Stato in cui ci troviamo a vivere è uno Stato che non è legato al popolo, ma è legato alla massima aristocrazia bancaria mondiale. Campagna a favore della famiglia per un mondo migliore. Nella Famiglia i bambini imparano a dire: buongiorno, buona sera, buonanotte, per favore, con permesso, mi dispiace, perdonami, tante grazie, mi sono sbagliato. Sempre nella famiglia si impara ad: essere onesto, essere puntuale, non insultare, essere solidale, rispettare tutti: amici, colleghi, anziani, professori, autorità. Sempre nella famiglia si impara a: mangiare di tutto, a non parlare con la bocca piena, ad avere igiene personale, non gettare spazzatura per terra, aiutare i genitori nei lavori domestici, a non prendere quello che non ci appartiene. Sempre in Famiglia si impara a: sapersi organizzare, avere cura delle proprie cose, non spostare le cose degli altri, rispettare le regole, gli usi, i costumi, amare Dio. A scuola, invece, i professori devono insegnare: Matematica, Italiano, Storia, Geografia, lingua straniera, Scienze, Chimica, fisica, Biologia, Filosofia, Sociologia, Educazione fisica, Arte e rafforzare tutto quello che l'alunno ha appreso in casa. A SCUOLA NON SI APPRENDONO le più sfrenate, distruttive ed autodistruttive perversioni sessuali ed ideologie nichiliste e sataniche. A scuola non si insegna il sesso, l'ideologia di genere sessuale, l'attivismo LGBT, Comunismo, Socialismo, Islamismo. Quello che si impara in Famiglia ha rispetto per l'individuo, rispetto per la vita, per la libertà, e la proprietà di tutti. Una campagna contro l'inversione dei valori a favore della famiglia per un mondo migliore. (salvatore brosal)
La Famiglia sana di una volta: Franciscu 'i Sciabuluni con la sua famiglia
(moglie, due figli, una nipote e nonna)  



venerdì 29 settembre 2017

il tricolore non è simbolo di italianità ma è solo uno dei tanti vessilli della massoneria

il tricolore ci è stato imposto dalla massoneria ebraica nel 1861
Per quasi tutta la vita amai il tricolore. Lo consideravo simbolo di italianità e lo vedevo come emblema che custodiva il mio passato. Un giorno poi la verità bussò alla mia porta e scoprii quella tremenda realtà che soltanto con fatica riuscii ad accettare. La bandiera “italiana” tricolore altro non è che un vessillo della Massoneria !!! Quando me lo dissero, stentavo a crederci. Quella bandiera “italiana”, quel famosissimo tricolore che avevo amato per quasi tutta la vita e che in parecchie occasioni mi aveva fatto commuovere, e al cui cospetto tante generazioni avevano giurato fedeltà alla Patria e sotto la quale milioni di italiani hanno combattuto fino all’estremo sacrificio, credendo in una Nazione, altro non è che uno dei tanti e tanti vessilli della setta massonica! Come tanti altri italiani, neppure io mi resi conto che cosa davvero rappresentasse questo tricolore. Molti italiani, forti e valorosi, non si resero mai conto che il loro sacrificio non fu finalizzato al bene della loro vera Patria e del loro vero Popolo, ma per la classe dominante massonica, ebraica, rothschildiana, che è un popolo occulto mondiale che tratta tutti gli altri popoli del mondo, compreso il popolo italiano, come veri e propri nemici e li considera meno che bestie da soma e da macello. Il tricolore massonico in realtà non ha nulla della vera italianità, ma è la negazione assoluta della nostra Storia e della nostra Cultura cristiana e cattolica plurimillenaria. In realtà, la suddetta bandiera tricolore, con la variante del verde al posto del blu, non fu altro che un’imitazione pedissequa della bandiera tricolore della rivoluzione massonica ebraica francese del 1789, che a sua volta si ispirava a gli stessi tre colori della bandiera della rivoluzione massonica ebraica americana del 1777, e che durante l’invasione e la conquista massonica ebraica dell‘Italia nel 1799 fu imposta da Napoleone Bonaparte ad alcuni dei suoi vari protettorati e staterelli massonici, ebraici suoi subalterni da lui creati in Italia in funzione anticristiana e specialmente anticattolica. Andiamo avanti con quella storia che portò all'ipocrita, falsa e massonica unità d'Italia.

LO STERMINIO DEL POPOLO DUOSICILIANO 
11 maggio 1860: iniziò lo sterminio del Popolo Duosiciliano. Mille avanzi di galera, innalzando il tricolore massonico ed anticristiano, sbarcarono a Marsala. Non erano mille, erano 702. Violenti malfamati, protetti militarmente dalla flotta dello Stato Massonico ebraico inglese e finanziati dalla massoneria ebraica mondiale, che ancora oggi finanzia terroristi, tagliatori di teste e cannibali dell'Isis, di Al Qaeda, di Boko Haram, ed altri simili! Quegli avventurieri di allora avevano a capo un Criminale di nome Giuseppe Garibaldi, ladro di cavalli, a cui avevano mozzato le orecchie in Argentina perché catturato in flagranza di reato. Un'orda barbarica, dunque, scese dal Piemonte. "Parlavano una strana lingua, rozza e volgare, e bestemmiavano in continuazione! Donne stuprate, uomini e bambini uccisi e trucidati! Interi paesi bruciati e rasi al suolo! Ogni ricchezza venne saccheggiata..." i crimini commessi da detta legione straniera dei massonici ebraici rothschildiani avventurieri provenienti dal Piemonte, dalla Lombardia, ma anche da Inghilterra, Francia, Ungheria, Polonia, Stati Uniti, Canada e perfino Turchia, contro il popolo cristiano e cattolico meridionale, sono INENARRABILI: e furono talmente EFFERATI che ancora oggi vengono taciuti. Più di un milione di cittadini dell'ex Regno delle due Sicilie furono massacrati, torturati e le donne violentate e poi spesso fatte a pezzi a colpi di baionetta. Ad esempio, il 14 agosto 1861 ci fu il massacro di Pontelandolfo e Casalduni. Gli abitanti di questi due comuni furono bruciati vivi. La strage fu ordinata dal generale dell'esercito “regio", Enrico Cialdini, un criminale che innalzava il tricolore. 
la brigata Catanzaro, la più valorosa e la più decorata da sempre
L'EROICA BRIGATA CATANZARO: GLI EROI FUCILATI - E poi, durante la Prima Guerra Mondiale, gli eroici giovani della Brigata Catanzaro mostrarono tutto il loro valore, ed il loro amore verso la loro Patria, conquistando, a costo del proprio sangue e della propria vita di moltissimi di loro, poderose fortezze, giudicate assolutamente inespugnabili perché munitissime di ogni tipo di armamenti, ed arroccate a grandi altezze sulla cima delle montagne delle Alpi e difese in ogni modo da forze nemiche preponderanti. Questi generosissimi ragazzi con il loro innumerevole immenso e supremo sacrificio fecero della Brigata Catanzaro il reparto più valoroso, con più caduti e con più decorazioni di guerra di tutta la storia delle forze armate italiane! Ma pur avendo essi compiuto tali e tanti innumerevoli ed incredibili atti eroici di incomparabile valore più di ogni altro reparto di tutta Italia, detti giovani notavano con sorpresa e stupore che tutto questo non bastava mai ai loro superiori, che continuavano a spingerli assurdamente e letteralmente al massacro ed al vero e proprio bestiale macello in imprese sempre più sconclusionate, pazzesche ed impossibili! Fu proprio per questo che questi giovani si resero finalmente conto che il vero obiettivo dei loro superiori dello Stato maggiore militare, ma anche del loro stesso Governo e del loro stesso Stato supremo, in cui essi fino ad allora avevano creduto e nutrivano la massima fiducia, di fatto non era soltanto o soprattutto quello di avanzare e di conquistare importanti e decisive postazioni nemiche, quanto proprio quello di realizzare il proposito nascosto, ipocrita ed inconfessabile della criminale classe dominante di questo Stato massonico del tricolore: quello di fare sterminare la migliore gioventù dell’Italia del Sud. Questo Stato massonico, sleale e criminale vedeva in quei giovani eroi del Sud quello spirito battagliero e quel coraggio indomabile della parte migliore di tutto il Popolo Italiano. Un coraggio che poteva essere estremamente pericoloso, perché in caso di ribellione avrebbe potuto abbattere facilmente l'egemonia di detta criminale classe dominante massonica, ebraica e rothschilidana, truffaldina, vile, sleale, traditrice ed assassina.... Fu così che questa eroica brigata che si ribellò, giustamente, contro l’essere criminalmente costretta dai carabinieri con i fucili spianati alle spalle pronti a sparare loro addosso se indietreggiava, e mandata ad andare letteralmente al macello per otto, nove o dieci volte di seguito, all’assalto alla baionetta contro postazioni imprendibili perché difese da campi minati, da una selva di filo spinato e da migliaia e migliaia di mitragliatrici. La classe dirigente massonica , non ammise affatto l’assurdità delle sue pretese suicide nei i confronti dei valorosissimi, ma non certo stupidi, ma ingenui e fiduciosi soldati calabresi, ma facendo finta di voler trattare e parlamentare sulla questione, li fece disarmare ed arrestare a sorpresa ed a tradimento dagli stessi carabinieri che stavano tra loro; e poi trattandoli da vili, codardi e traditori li condannò immediatamente all’infamia della decimazione con fucilazione alla schiena attuata a forza da plotoni di esecuzione degli stessi commilitoni calabresi, che erano costretti ad eseguire gli ordini, a pena di essere essi stessi fucilati alla schiena da plotoni di carabinieri sistemati schierati con le armi spianate e puntate alle loro spalle e pronti a sparare su di essi se non avessero eseguito in tutto e per tutto gli ordini di uccidere i loro compagni d’armi. Pertanto durante la prima guerra mondiale l'eroica brigata Catanzaro, la più valorosa e la più decorata di tutto l'esercito “italiano”, che si fidò fino all’ultimo della classe dominante massonica ebraica risorgimentale fu da essa mandata al macello, assassinata, decimata, umiliata ed offesa in tutti i modi peggiori, più perfidi e più infami ed infine sciolta completamente proprio perché commise l’errore gravissimo di fidarsi di questa ipocrita ed assassina classe dominante invece di ribellarsi fino in fondo e tentare di abbatterla, preferendo piuttosto morire combattendo con le armi in pugno per la propria libertà e la libertà del proprio popolo, piuttosto che fidarsi di tali traditori e farsi massacrare da essi come stupide bestie da macello! 


IL TRENO DELLA VERGOGNA - "TORNATEVENE A CASA VOSTRA" - 18 FEBBRAIO 1947 -
“Tornatevene a casa vostra”, gridavano i comunisti di Togliatti a Bologna, quando giunse da Ancona il treno pieno di profughi italiani provenienti dall'Istria.Vogliamo ricordare le vergogne di questo Stato massonico che l'8 settembre del 1943, con la firma del criminale di nome Pietro Badoglio, cedette la nostra sovranità all'imperialismo anglo-statunitense. Sovranità perduta e confermata da un altro traditore di nome Alcide De Gasperi che con la sua firma sul trattato di pace del 10 febbraio del 1947 ridusse l'Italia ancora di più a brandelli. Dopo il benessere del ventennio mussoliniano, in cui l'Italia era stata una grande potenza mondiale, iniziavano di nuovo per gli Italiani fame e disperazione. La menzogna sempre amplificata e la verità sempre nascosta. Pochissimi italiani dopo più di 70 anni dalla fine della seconda guerra mondiale conoscono la vicenda del treno della vergogna.
Dopo la pulizia etnica operata dai comunisti titini sugli italiani d’Istria e Friuli Venezia Giulia (più di ventimila persone uccise ed infoibate), all’indomani della fine della Seconda Guerra Mondiale il regime di Belgrado attuò la seconda fase della pulizia etnica nei territori dell’Istria: è quello che viene chiamato “Esodo istriano”, 300.000 persone cacciate dalle loro case e dalle loro terre.
Molti di questi italiani erano in Istria da secoli, dal momento che fin dal XIV secolo faceva parte dei domini della Serenissima Repubblica di Venezia. Il 10 febbraio 1947 venne firmato il trattato di Parigi che prevedeva la definitiva assegnazione di gran parte dell’Istria alla Jugoslavia e per chi volesse mantenere la cittadinanza italiana l’abbandono della propria terra. Il popolo dalmata-istriano di cultura e di lingua italiana non esiste più, grazie a questo stato massonico che ci opprime, schiavizza e cannibalizza dal 1861.
La domenica del 16 febbraio 1947 da Pola partirono per mare diversi convogli di esuli italiani con i loro ultimi beni e, solitamente, un tricolore. I convogli erano diretti ad Ancona dove gli esuli vennero accolti dall’esercito a proteggerli da connazionali, militanti di sinistra, che non mostrarono alcun gesto di solidarietà. Il PCI diffondeva la notizia che gli esuli erano in realtà fascisti e collaborazionisti espulsi dal “paradiso dei lavoratori socialisti”. Era una menzogna e chi la diffondeva ne era cosciente, ma negli anni della Guerra Fredda prevaleva la solidarietà di partito.
Il giornalista de l’Unità Tommaso Giglio, poi direttore de L’Espresso, scrisse un articolo il cui titolo recitava “Chissà dove finirà il treno dei fascisti?”
La sera successiva partirono stipati in un treno merci, sistemati tra la paglia all’interno dei vagoni, alla volta di Bologna dove la Pontificia Opera di Assistenza e la Croce Rossa Italiana avevano preparato dei pasti caldi, soprattutto per bambini e anziani. Il treno giunse alla stazione di Bologna solo a mezzogiorno del giorno seguente, martedì 18 febbraio 1947. Qui, dai microfoni di certi ferrovieri sindacalisti fu diramato l’avviso Se i profughi si fermano, lo sciopero bloccherà la stazione. Il treno venne preso a sassate da dei giovani che sventolavano la bandiera con falce e martello, altri lanciarono pomodori e altro sui loro connazionali, mentre terzi buttarono addirittura il latte destinato ai bambini in grave stato di disidratazione sulle rotaie.
Bologna, 18 febbraio 1947: il treno della vergogna. Insultati e sbeffeggiati gli Italiani provenienti dall'Istria dai comunisti di Togliatti

I CARRI ARMATI A REGGIO CALABRIA
Ma, anche dopo tutto questo, lo scempio continuò ed il tricolore seminò ancora terrore e morte. Nonostante la gente si fosse ribellata in tanti posti e in tante città come alla Fiat di Torino o come nell'Alto Adige, in cui la gente faceva saltare i tralicci dell'alta tensione, in nessuna parte furono mandati i carri armati per reprimere le rivolte. Invece, io che non avevo mai visto un carro armato nella realtà, lo vidi per la prima volta proprio a Reggio, capoluogo della mia regione Calabria. Infatti, lo Stato massonico, spacciato per italiano, aveva mandato i suoi carri armati a Reggio per reprimere e schiacciare la rivolta dei reggini, esattamente così come aveva fatto l'URSS nel 1956 che mandò i carri armati a Budapest e nel 1968 a Praga. 
1970: per sedare la rivolta dei Reggini lo "stato massonico" manda i carri armati a Reggio Calabria
Correva l'anno 1970. Con l'istituzione dell'ente Regione Calabria nel 1970 era iniziato un dibattito sulla collocazione del capoluogo. Fino ad allora la città di Reggio (città tra le più antiche ed importanti di tutta la Magna Grecia) era indicata e riconosciuta come capoluogo della Calabria.  

CAMPO DI STERMINIO DI FENESTRELLE
Oggi il tricolore massonico rothschildiano sventola con tracotantemente disprezzo proprio nel campo di sterminio di Fenestrelle, luogo tremendo in cui i soldati dell'ex Regno delle due Sicilie furono torturati e massacrati e poi i loro corpi sciolti nella calce viva, e ridotti a liquame fatto poi defluire e disperdere nel fiume Chisone, affinché non restasse prova alcuna di questi orrendi crimini. A Torino, inoltre, fu riaperto dopo ben 71 anni dalla sua chiusura il mausoleo intitolato all'ebreo razzista e criminale Ezechia Lombroso, che spacciandosi per italiano cambiò il suo nome in “Cesare”. 
il glorioso stendardo del "Regno delle due Sicilie" è la massima espressione di italianità
anche la bandiera di San Marco, come il vessillo Duosiciliano, è simbolo di italianità
Purtroppo pochi conoscono la storia e pochissimi sanno che il tricolore ha gli stessi identici colori della Massoneria; e che l’accostamento rosso-bianco-verde, tutt’altro che casuale, fu concepito con significati ben precisi. Dal 1861 i vincitori giudaico-massonici che crearono questo Stato, che vogliono spacciare per italiano, ci hanno imposto questa bandiera del tricolore che è uno dei tanti loro vessilli. La nostra esistenza, invece, ha radici ben più profonde e la nascita della nostra Italianità risale a più di tremila anni. La bandiera del "Regno delle due Sicilie", la bandiera di San Marco della "Serenissima Repubblica di Venezia" e tutte le altre bandiere degli altri Stati italiani prima del 1861 sono invece il massimo simbolo della nostra ITALIANITA' e della nostra Storia millenaria. Là troviamo il vero specchio del nostro glorioso passato. (Salvatore Brosal con la preziosa collaborazione del Prof. Duccio Mallamaci)