lunedì 18 luglio 2016

Omaggio ad Edoardo Agnelli, da parte del Popolo Duosiciliano, martire del sistema imperialista massonico

Domenica 3 luglio 2016, il popolo Duosiciliano e tutti i Popoli italiani di buona volontà hanno reso omaggio ad Edoardo Agnelli, figlio di Gianni, martirizzato dal sistema massonico rothschildiano che opprime il nostro paese, il nostro continente ed il mondo intero.
Con la morte di Gianni Agnelli e con la Fiat nelle mani degli Elkann sono scomparsi un milione di posti di lavoro. Ogni altro commento appare superfluo.


il giovane Edoardo Agnelli a destra, martire del sistema massonico, col padre Gianni 
La cerimonia, nel cimitero di Villar Perosa, si è svolta aperta a tutti coloro che in spirito di comune e sincera fede, o comunque in spirito di sincera amicizia e simpatia si sono uniti a noi in questo semplice rito della memoria. Edoardo Agnelli, fratello di fede, per le sue idee era molto vicino alla gente normale che deve lottare giornalmente per vivere. Con la morte di Gianni Agnelli, padre di Edoardo, e con la Fiat nelle mani degli Elkann sono scomparsi dall'Italia un milione di posti di lavoro. Ogni altro commento appare superfluo.
Aggiungiamo che questa occasione, oltre a celebrare un segno di fratellanza nella fede, ha anche un significato più ampio al nostro gesto, nel senso che crediamo che sia giusto onorare Edoardo Agnelli anche perché egli, in un momento storico fortemente decisivo, in seno alla sua famiglia e quindi in seno alla classe dirigente attualmente vigente in Italia, rappresentò concretamente e visibilmente qualcosa di più vicino alla nostra sensibilità, ai nostri interessi di membri non solo del Popolo Italiano, ma anche di membri di tanti altri Popoli del Mondo. Edoardo scelse un'ideale di solidarietà umana e di società non solo italiana, ma anche globale che per noi era indubbiamente migliore di quella attualmente rappresentata, prospettata e perseguita da tanti altri personaggi di spicco del panorama italiano e mondiale.

3 luglio 2016, Cimitero di Villar Perosa, Cappella della Famiglia Agnelli
Infatti, l'ideale che animava Edoardo Agnelli e che egli cercò di realizzare, e per il quale, egli seppe e volle lottare fino al sacrificio della sua stessa vita, era a nostro avviso, e per certi versi molto simile allo spirito che animava, ad esempio, Enrico Mattei!
A questo proposito, noi crediamo che, in particolare nel caso specifico, non sia affatto fortuito e senza significato che per Enrico Mattei sia stato decisivo il suo rapporto con la classe dirigente iraniana del suo tempo, ovvero con lo Scià Reza Palevi, proprio come, analogamente anche per Edoardo Agnelli sia stato decisivo il rapporto che egli ebbe con la classe dirigente iraniana del suo tempo, ovvero con l'Imam Khomeyni.
In sostanza, sia Edoardo Agnelli che Enrico Mattei ebbero entrambi una visione di equilibri interni, internazionali e mondiali del tutto diversa ed opposta a quella dominante nel loro contesto storico, che era a loro avversa e la quale, comunque, prevalse in tutti e due i casi fino al punto di eliminarli fisicamente.


E' in questo spirito, costruttivo nei confronti di tutti gli uomini di buona volontà nel mondo intero, che noi e tutti i nostri confratelli, amici e simpatizzanti, abbiamo reso omaggio alla memoria di Edoardo Agnelli. (s. brosal - duccio m.)

Video: 
Omaggio ad Edoardo Agnelli, martire del sistema massonico - Villar Perosa 3 luglio 2016

Nessun commento:

Posta un commento